PICANO

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4796 04/07/2024 Tutte Sentenze Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi

Titolo: Niente affidamento diretto per le concessioni sottosoglia

Sottotitolo: Per le concessioni è da escludere il ricorso ad affidamento diretto

Commento:

Solo per i contratti di appalto di lavori di importo inferiore a 150.000 euro e i contratti di forniture e servizi (inclusi quelli di ingegneria, architettura e progettazione) di importo inferiore a 140.000 euro è possibile ricorrere all'affidamento diretto. Nel caso di una concessione, tale possibilità è esclusa. Il Tar Emilia Romagna, con la sentenza n. 155 del 18 giugno 2024, ha chiarito la distinzione tra l'affidamento diretto e le procedure di affidamento delle concessioni, sottolineando l'autonomia di queste ultime rispetto ai contratti di appalto. L'art. 50 del Decreto Legislativo n. 36 del 31 marzo 2023 disciplina l'affidamento diretto, stabilendo che esso riguarda esclusivamente i contratti di appalto di lavori di importo inferiore a 150.000 euro e i contratti di forniture e servizi (inclusi quelli di ingegneria, architettura e progettazione) di importo inferiore a € 140.000. In questi casi, l'affidamento può avvenire anche senza consultazione preventiva e a operatori economici eventualmente tratti da elenchi della stazione appaltante, purché in possesso di esperienze documentate. Per le concessioni, il Decreto Legislativo n. 36 del 2023, nel Libro IV, detta una disciplina specifica, riconoscendone l'autonomia rispetto ai contratti di appalto. L'art. 187 disciplina l'affidamento dei contratti di concessione di importo inferiore alla soglia europea, prevedendo la possibilità di procedere mediante procedura negoziata senza bando, previa consultazione di almeno 10 operatori economici, ove esistenti. Il Tar Emilia Romagna ha evidenziato l'erronea applicazione dell'affidamento diretto ex art. 50 alla concessione del servizio in questione ed ha sottolineato che la scelta del legislatore è stata quella di regolamentare autonomamente le concessioni, riconoscendone la specificità rispetto agli appalti. Come sottolineato dalla sentenza, l'art. 50 riguarda esclusivamente i contratti di appalto, mentre le concessioni sono regolate in maniera autonoma nel Libro IV del Decreto, dedicato al partenariato pubblico-privato e alle concessioni stesse. Pertanto, l'affidamento delle concessioni sotto soglia europea deve avvenire secondo le modalità previste dall'art. 187, ovvero mediante procedura negoziata senza bando, previa consultazione di almeno 10 operatori economici.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095