PICANO
SED

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4653 07/12/2023 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Appalti pubblici: Circolare MIT conferma la facoltà di ricorrere alle procedure ordinarie per i contratti sotto soglia

Sottotitolo: La Circolare ribadisce il principio della concorrenza e della trasparenza, ma lascia alle stazioni appaltanti la scelta della procedura più opportuna

Commento:

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha pubblicato una Circolare (Circolare del 20/11/2023, n. 298) relativa alle procedure di affidamento di contratti di importo inferiore alle soglie europee, richiamando la possibilità di ricorrere alle procedure ordinarie. La Circolare, dopo aver richiamato il contenuto dell'art. 50, comma 1, del D.Lgs. 36/2023 (nuovo Codice appalti), ha indicato che: - il nuovo Codice appalti ha inteso, in continuità con le semplificazioni introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) e dal D.L. 77/2021, individuare soglie di affidamenti al di sotto delle quali possono essere utilizzate procedure ritenute idonee a soddisfare le esigenze di celerità e semplificazione nella selezione dell'operatore economico, fermi restando i principi fondamentali del Codice; - le disposizioni richiamate costituiscono applicazione del principio del risultato di cui all'art. 1 del D.Lgs. 36/2023 che impone, tra l'altro, alle stazioni appaltanti e agli enti concedenti di perseguire il risultato dell'affidamento del contratto con la massima tempestività; - al contempo, viene fatta salva la possibilità di ricorrere alle procedure ordinarie; - l'art. 48, comma 1, del D.Lgs. 36/2023, sulla disciplina comune applicabile ai contratti sotto-soglia, richiama tutti i principi contenuti nella Parte I del Primo Libro del nuovo Codice appalti, tra cui rilevano, in particolare, il principio di accesso al mercato degli operatori economici nel rispetto dei principi di concorrenza, di imparzialità, di non discriminazione, di pubblicità e trasparenza, di proporzionalità e il principio della fiducia, che valorizza l'iniziativa e l'autonomia decisionale dei funzionari pubblici; - le disposizioni contenute nell'articolo 50 del D.Lgs. 36/2023 vanno interpretate ed applicate nel solco dei principi e delle regole della normativa di settore dell'Unione europea, che in particolare richiama gli Stati membri a prevedere la possibilità per le amministrazioni aggiudicatrici di applicare procedure aperte o ristrette, come disposto dalla Dir. 26/02/2014, n. 24 UE. La Circolare, quindi, ribadisce che le stazioni appaltanti, nell'affidamento dei contratti di importo inferiore alle soglie europee, possono scegliere tra le procedure previste dall'art. 50 del D.Lgs. 36/2023. In particolare, per i lavori di importo pari o superiore a un milione di euro e fino alle soglie europee, la stazione appaltante può optare per la procedura negoziata senza bando o per le procedure ordinarie.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - INSERISCI QUI LA TUA PUBBLICITA'

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095