SACE

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3787 30/07/2020 Tutte Leggi, Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Decreto Semplificazioni: le procedure per gli importi sopra soglia

Sottotitolo: Fino al 31 luglio 2021 tempi abbreviati per le aggiudicazioni

Commento:

Anche per gli affidamenti di importo pari o superiore alle soglie comunitarie il Decreto Semplificazioni apporta numerose novità. L’articolo 2del D.L. 76/2020, infatti, dispone che le stazioni appaltanti procedono all’affidamento delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, di importo pari o superiore alle soglie comunitarie, mediante la procedura aperta, ristretta o, previa motivazione sulla sussistenza dei presupposti previsti dalla legge, della procedura competitiva con negoziazione di cui agli articoli 61 e 62 del D.lgs. n. 50/2016 , per i settori ordinari, e di cui agli articoli 123 e 124, per i settori speciali. In ogni caso, in relazione alle procedure ordinarie in esame, a norma dell'art. 8, c. 1, lett. c), si applicano le riduzioni dei termini procedimentali per ragioni di urgenza di cui agli articoli 60, c. 3, 61, c. 6, 62 c. 5, 74, commi 2 e 3, del D.Lgs. n. 50/2016. Nella motivazione del provvedimento che dispone la riduzione dei termini non è necessario dar conto delle ragioni di urgenza, che si considerano comunque sussistenti. Per gli appalti affidati a mezzo delle procedure disciplinate dall’art. 2, il termine per l'aggiudicazione o l'individuazione definitiva del contraente viene elevato a sei mesi dalla data di adozione dell'atto di avvio del procedimento. Per quanto attiene all’affidamento delle opere “emergenziali” (di cui ai commi 3 e 4) di importo pari o superiore alle soglie di rilevanza comunitaria, viene consentito alle stazioni appaltanti di utilizzare la procedura negoziata di cui all'art. 63 del Codice, per i settori ordinari, e di cui all'art. 125, per i settori speciali, “nella misura strettamente necessaria quando, per ragioni di estrema urgenza derivanti dagli effetti negativi della crisi causata dalla pandemia COVID-19 o dal periodo di sospensione delle attività determinato dalle misure di contenimento adottate per fronteggiare la crisi, i termini, anche abbreviati, previsti dalle procedure ordinarie non possono essere rispettati”. In tali ipotesi, le stazioni appaltanti, per l'affidamento delle attività di esecuzione di lavori, servizi e forniture nonché dei servizi di ingegneria e architettura, inclusa l’attività di progettazione, e per l'esecuzione dei relativi contratti, operano, per quanto non regolato dall’articolo 2 del decreto 76/2020, in deroga ad ogni disposizione di legge diversa da quella penale, fatto salvo il rispetto del Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione (d.lgs. 159/11) nonché dai vincoli inderogabili derivanti da EU, ivi inclusi quelli derivanti dalle direttive 2014/24/UE e 2014/25/UE, dei principi di cui agli articoli 30, 34 e 42 del Codice degli appalti e delle disposizioni in materia di subappalto.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - INSERISCI QUI LA TUA PUBBLICITA'

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095