SAMOTER

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3636 31/12/2019 Tutte Sentenze Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Esclusione per grave errore professionale

Sottotitolo: Il concorrente deve dichiarare anche inadempimenti di minore rilevanza

Commento:

Il concorrente ha l’obbligo di indicare qualsiasi fatto idoneo ad incidere sull’affidabilità professionale e, quindi, anche gli inadempimenti che non siano sfociati in sanzioni risolutive, risarcitorie o sanzionatorie. Lo ha ribadito il T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, con la sentenza 28 novembre 2019, n. 1022. Nella stessa sentenza o giudici lombardi hanno affrontato la problematica relativa all’esistenza o meno di un termine oltre il quale le pregresse vicende integranti un grave errore professionale perdono di efficacia rispetto agli obblighi dichiarativi dei concorrenti. Secondo l’art. 80, comma 10, D. Lgs. 50/2016, nei casi di grave errore professionale “… la durata della esclusione è pari a tre anni, decorrenti dalla data di adozione del provvedimento amministrativo di esclusione ovvero, in caso di contestazione in giudizio, dalla data di passaggio in giudicato della sentenza …”. Il TAR ha chiarito che l’obbligo dichiarativo di cui all’ art. 80, comma 5, lett. c) bis, D. Lgs. 50/2016 non è limitato ai gravi errori professionali commessi in un determinato arco temporale: lla limitazione triennale richiamata dal comma 10 del medesimo art. 80 si riferisce infatti alla diversa rilevanza della pena accessoria dell’incapacità a contrarre con la PA. In sede di predisposizione della propria offerta, dunque, il concorrente dovrà dichiarare tutte le pregresse vicende che possano essere astrattamente qualificate come grave errore professionale, senza alcuna limitazione temporale; diversamente la sua offerta sarà esclusa dalla procedura di gara.

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095