SAIE BARI

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3377 02/01/2019 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi

Titolo: Oneri di sicurezza aziendali

Sottotitolo: In caso di mancata indicazione dei costi della manodopera, per il soccorso istruttorio è necessario verificare se si tratti di carenza formale o sostanziale

Commento:

In attesa dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato che dovrà esprimere il proprio punto sulla questione, l’ANAC ritiene che, in caso di mancata indicazione dei costi della manodopera da parte del concorrente, la stazione appaltante deve verificare se si tratti di carenza formale o sostanziale, ovvero accertare se il concorrente abbia in ogni caso computato i costi della manodopera o meno, chiedendo specifici chiarimenti al riguardo, purché l’offerta economica resti invariata, in modo da non incorrere nella violazione del principio di soccorso istruttorio e della par condicio dei concorrenti. Questo il senso della delibera ANAC n. 1106 del 28 novembre 2018 a proposito di un operatore economico (risultato miglior offerente) che specificava nella propria offerta i costi della sicurezza ma non i costi della manodopera, pur evidenziando di averli presi in considerazione ai fini della sua formulazione; inoltre, la lex specialis non prevedeva a pena di esclusione l’obbligo di indicare i costi della manodopera. La questione riguarda dunque la possibilità di esperire il soccorso istruttorio al fine di consentire all’operatore economico di esplicitare i costi della manodopera nell’ambito dell’offerta economica, nei casi in cui la lex specialis non ne abbia richiesto espressamente l’indicazione. L’art. 95, co.10, d.lgs.50/2016, norma imperativa, prevede che «Nell’offerta economica l’operatore deve indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ...». L’art. 83, co. 9, d.lgs.50/2016 dal canto suo dispone che «Le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda possono essere sanate attraverso la procedura di soccorso istruttorio di cui al presente comma. In particolare, in caso di mancanza, incompletezza e di ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del documento di gara unico europeo di cui all’articolo 85, con esclusione di quelle afferenti all'offerta economica e all’offerta tecnica, la stazione appaltante assegna al concorrente un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie, indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere». Dopo aver richiamato l’evoluzione giurisprudenziale sul punto, l’ANAC ricorda che il Consiglio di Stato (sez. V, ord. 26 ottobre 2018, n. 6122), nel rilevare l’esistenza di un contrasto nella giurisprudenza in relazione alla valenza immediatamente escludente (a prescindere dal soccorso istruttorio) dell’inosservanza dell’obbligo di indicazione degli oneri di sicurezza e dei costi della manodopera di cui all'art. 95, co. 10, d.lgs. 50/2016, in particolare nel caso di silenzio sul punto della lex specialis, ha sollevato la questione della perdurante vigenza, anche dopo l’entrata in vigore del nuovo codice dei contratti pubblici, del principio di diritto enunciato dall’Adunanza plenaria con la decisione n. 19 del 2016, principio in base al quale “nelle ipotesi in cui l’obbligo di indicazione separata dei costi di sicurezza aziendale non sia stato specificato dalla legge di gara, e non sia in contestazione che dal punto di vista sostanziale l’offerta rispetti i costi minimi di sicurezza aziendale, l’esclusione del concorrente non può essere disposta se non dopo che lo stesso sia stato invitato a regolarizzare l’offerta dalla stazione appaltante nel doveroso esercizio dei poteri di soccorso istruttorio”. In attesa che il Consiglio di Stato faccia chiarezza sul punto, l’ANAC ritiene quindi che la S.A. può legittimamente richiedere chiarimenti al fine di consentire al concorrente di specificare, nell’ambito dell’offerta economica già formulata e da ritenersi non suscettibile di alcuna modifica, la parte di importo imputabile ai costi della manodopera.

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095