EuroCorporation srl

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3297 05/09/2018 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi

Titolo: Modifiche al bando di gara

Sottotitolo: Se la modifica alle regole di gara è sostanziale, la stazione appaltante deve pubblicare una rettifica e prorogare i termini di presentazione delle offerte

Commento:

Una pubblica amministrazione può modificare o integrare la disciplina di gara se tali modifiche o chiarimenti contribuiscono a renderne chiaro e comprensibile il significato. Se però la modifica è sostanziale e attribuisce ad una disposizione una portata diversa e maggiore di quella che risulta dal testo stesso, si è di fronte a vere e proprie “errata corrige” e l’amministrazione deve seguire la regola del contrarius actus, secondo cui la modifica o il ritiro di un atto deve avvenire nelle stesse forme e seguendo il medesimo procedimento della sua adozione, sia sotto il profilo soggettivo, sia sotto il profilo procedimentale. In tal caso, l’amministrazione è quindi tenuta a pubblicare una rettifica dell’atto di gara oggetto del chiarimento e a prorogare i termini di presentazione delle offerte. Lo ha ricordato l’ANAC con la delibera n. 346 del 5 aprile 2018 che ha richiamato, fra le altre numerose sentenze in tal senso, quella del Consiglio di Stato, sez. V, 23 settembre 2015, n.4441. Nel caso di specie, nell’ambito di una procedura di Richiesta di Offerta (RDO) inviata a tutti gli operatori economici abilitati al bando MEPA “Arredi104”, la stazione appaltante aveva effettuato una integrazione del capitolato tecnico in sede di chiarimenti in corso di gara. In particolare, in risposta ad un quesito posto da un concorrente, la stazione appaltante aveva specificato i limiti minimi di portata dei ripiani delle scaffalature richieste, introducendo un vincolo non previsto nei documenti allegati all’atto dell’invio della RDO. Secondo l’ANAC , l’indicazione fornita con il chiarimento costituisce non già una mera precisazione di quanto già descritto bensì una vera e propria modifica del capitolato tecnico, di carattere sostanziale poiché introduce un parametro a effetto escludente ai fini dell’offerta e che quindi comportava una idonea pubblicità e una riapertura dei termini di presentazione delle offerte.

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095