EuroCorporation srl

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3279 09/08/2018 Tutte Sentenze Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi

Titolo: Esclusione per grave illecito professionale

Sottotitolo: Legittima l’esclusione disposta per il rinvio a giudizio dell’amministratore

Commento:

Anche il semplice provvedimento di rinvio a giudizio a carico degli amministratori di un'impresa per un reato che incida gravemente sulla integrità e affidabilità della stessa costituisce grave illecito professionale, come tale idoneo a provocare l'esclusione dalla gara. Lo ha affermato con la sentenza n. 4271 del 26 giugno 2018 il Tar Campania secondo cui, sulla scia di una giurisprudenza che va oramai consolidandosi, anche al di là delle fattispecie di grave illecito professionale elencate nell’art. 80, co. 5, lett. c) del D. Lgs. n. 50/2016, residua in capo alla stazione appaltante la facoltà di operare una valutazione discrezionale sulla gravità dell’illecito, fornendo adeguata motivazione sull’incidenza dell’inadempimento sull’affidabilità del concorrente. Nel caso di specie, ad una gara per l'affidamento del servizio di trasporto scolastico aveva partecipato un solo concorrente il medesimo che aveva già svolto lo stesso servizio in base a un affidamento immediatamente precedente quello in oggetto. Rilevata l’esistenza di un decreto di rinvio a giudizio in capo all’amministratore della ditta, il Comune ne disponeva l’esclusione ai sensi dell’art. 80, co. 5, lett. c), del Codice. In particolare, la stazione appaltante ha ritenuto l’impresa professionalmente inaffidabile in quanto, da un lato, la fattispecie di reato era proprio una turbata libertà degli incanti (353 c.p.), dall’altro, la procedura cui erano collegati i fatti contestati aveva il medesimo oggetto della gara in corso. Il TAR Napoli, alla luce dell’orientamento del Consiglio di Stato (Consiglio di Stato, Sez. V, sent. n. 1299 del 2.3.2018 e sent. 3592 dell’11.6.2018) e delle Linee Guida n. 6 dell’A.N.AC. , ha ritenuto che i fatti in questione sono idonei a configurare un’ulteriore ipotesi non elencata dall’art. 80, comma 5, D. Lgs. 50/2016, perché in grado di incidere negativamente sull’integrità e/o affidabilità del concorrente.

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095