EuroCorporation srl

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3215 14/05/2018 Tutte Pareri Progettazioni

Titolo: Servizi di progettazione

Sottotitolo: Per la progettazione di lavori di particolare rilevanza sotto il profilo storico-artistico, la P.A. ha l’obbligo di ricorrere a progettisti interni o ad un concorso di progettazione

Commento:

Per gli incarichi e i servizi di progettazione, relativi a lavori di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, paesaggistico, agronomico e forestale, storico-artistico, conservativo, nonché tecnologico, la stazione appaltante deve, in via prioritaria, ricorrere alle professionalità interne e in caso di mancata presenza di queste, procedere mediante la procedura del concorso di progettazione (o del concorso di idee). Lo ha ricordato l’ANAC con la delibera n. 1027 del 11 ottobre 2017 richiamando l’art. 23 - Livelli della progettazione per gli appalti, per le concessioni di lavori nonché per i servizi - del D.Lgs. 50/2016, che al comma 2 prevede che: « Per la progettazione di lavori di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, paesaggistico, agronomico e forestale, storico-artistico, conservativo, nonché tecnologico, le stazioni appaltanti ricorrono alle professionalità interne, purché in possesso di idonea competenza nelle materie oggetto del progetto o utilizzano la procedura del concorso di progettazione o del concorso di idee di cui articoli 152, 153, 154, 155 e 156. Per le altre tipologie di lavori, si applica quanto previsto dall'articolo 24». L’ANAC sottolinea come, rispetto alla previgente disciplina, rilevi l’obbligatorietà e non più la possibilità di ricorrere alla progettazione di idee. Per poter definire l’ambito oggettivo dell’applicazione della norma in questione (art. 23, comma 2), individuandone quindi i presupposti, l’ANAC richiama la definizione data nel tempo dal legislatore circa il concetto di “opera o lavori di particolare rilevanza”. Al riguardo soccorre la definizione resa già dal D.P.R. 207/2010, all’art. 3, comma 1, lettera l), laddove specificava gli elementi costitutivi per: «lavori di speciale complessità o di rilevanza architettonica o ambientale [...]: le opere e gli impianti caratterizzati dalla presenza in modo rilevante di almeno due dei seguenti elementi: 1. utilizzo di materiali e componenti innovativi; 2. processi produttivi innovativi o di alta precisione dimensionale e qualitativa; 3. esecuzione in luoghi che presentano difficoltà logistica o particolari problematiche geotecniche, idrauliche, geologiche e ambientali; 4. complessità di funzionamento d’uso o necessità di elevate prestazioni per quanto riguarda la loro funzionalità; 5. esecuzione in ambienti aggressivi; 6. necessità di prevedere dotazioni impiantistiche non usuali; 7. complessità in relazione a particolari esigenze connesse a vincoli architettonici, storico-artistici o conservativi».

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - INSERISCI QUI LA TUA PUBBLICITA'

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095