EuroCorporation srl

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
3171 08/03/2018 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Soccorso istruttorio

Sottotitolo: In caso di ulteriore carenza della documentazione, è possibili riattivare il soccorso istruttorio

Commento:

In caso di avvenuta attivazione del soccorso istruttorio per supplire a carenze della dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti di carattere generale, la successiva rilevazione da parte della stazione appaltante di una ulteriore e diversa irregolarità della dichiarazione stessa consente di riattivare il soccorso istruttorio al fine di completare il processo di emendamento delle irregolarità formali ai sensi del comma 9 dell’art. 83 d.lgs. n. 50/2016, con rimessione in termini dell’operatore economico. Lo ha affermato l’ANAC con la delibera n. 946 del 13 settembre 2017. Nel caso di specie, la stazione appaltante ha fatto ricorso all’istituto del soccorso istruttorio per due volte: una prima volta per consentire ad una impresa di sanare la dichiarazione relativa al possesso dei requisiti di cui all’art. 80 d.lgs. n. 50/2016 rivelatasi mancante di «tutti i comma successivi al comma 1» e, una seconda volta, per consentire alla stessa impresa di produrre le dichiarazioni relative al possesso dei requisiti di cui all’art. 80 del direttore tecnico e dei soci dell’impresa ausiliaria (mentre era stata prodotta la dichiarazione relativa ai requisiti di cui all’art. 80 sottoscritta dal solo legale rappresentante dell’impresa ausiliaria). L’ANAC ha richiamato le considerazioni espresse dal Consiglio di Stato, sez. III, nella pronuncia n. 975 del 2 marzo 2017 dove, con riferimento al soccorso istruttorio c.d. “processuale”, ovvero esperibile in giudizio dopo l’aggiudicazione della gara - ribadito che «La disciplina della procedura di gara non deve essere concepita come una sorta di corsa ad ostacoli fra adempimenti formali imposti agli operatori economici e all’amministrazione aggiudicatrice, ma deve mirare ad appurare, in modo efficiente, quale sia l’offerta migliore, nel rispetto delle regole di concorrenza, verificando la sussistenza dei requisiti tecnici, economici, morali e professionali dell’aggiudicatario. In questo senso, dunque, l’istituto del soccorso istruttorio tende ad evitare che irregolarità e inadempimenti meramente estrinseci possano pregiudicare gli operatori economici più meritevoli, anche nell’interesse del seggio di gara, che potrebbe perdere l’opportunità di selezionare il concorrente migliore, per vizi procedimentali facilmente emendabili» - ha ritenuto che «la scelta sostanzialistica del legislatore, diretta ad impedire l’esclusione per vizi formali nella dichiarazione, quando vi è prova del possesso del requisito, deve applicarsi anche quando l’incompletezza della dichiarazione viene dedotta come motivo di impugnazione dell’aggiudicazione da parte di altra impresa partecipante alla selezione (non essendone avveduta la stazione appaltante in sede di gara), ma è provato che la concorrente fosse effettivamente in possesso del prescritto requisito soggettivo fin dall’inizio della procedura di gara e per tutto il suo svolgimento» e che «La successiva correzione, o integrazione documentale della dichiarazione non viola affatto il principio della par condicio tra i concorrenti, in quanto essa mira ad attestare, correttamente, l’esistenza di circostanze preesistenti, riparando una incompletezza o irregolarità che la stazione appaltante, se avesse tempestivamente rilevato, avrebbe dovuto comunicare alla concorrente, attivando l’obbligatorio procedimento di soccorso istruttorio».

Inserto leggi e regolamenti: Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - INSERISCI QUI LA TUA PUBBLICITA'

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095